Blog

Twitter afferma che più utenti fanno clic sui collegamenti prima di ritwittare

Twitter afferma che spingere gli utenti a leggere gli articoli prima di ritwittarli funziona. Ora, più utenti verranno invitati a farlo in futuro.

A giugno, Twitter ha iniziato a testare una funzionalità che spinge gli utenti a riconsiderare il retweet dei link su cui non hanno cliccato.

“I titoli non raccontano l’intera storia”, inizia il prompt. “Puoi leggere l’intero articolo su Twitter prima di ritwittare.”

Come parte del test, agli utenti che sono andati a ritwittare un collegamento prima di fare clic su di esso è stato mostrato il seguente pop-up:

Twitter afferma che più utenti fanno clic sui collegamenti prima di ritwittare

Come risultato della visualizzazione di questo pop-up, gli utenti hanno aperto gli articoli il 40% in più di quanto ne avrebbero fatto senza.

Inoltre, c’è stato un aumento del 33% degli utenti che hanno cliccato su un articolo prima di ritwittarlo.

Ciò significa che alcuni utenti hanno fatto clic su un articolo e alla fine hanno cambiato idea sul ritwittarlo.

Questo è esattamente ciò per cui è progettato il prompt; incoraggiare gli utenti a prendere decisioni più informate sulla condivisione dei contenuti.

Con questa funzione che funziona come previsto, Twitter afferma che prevede di distribuirla a tutti a livello globale.

Dato il modo in cui questi suggerimenti portano a più clic, sembra che siano una buona cosa per gli editori.

O almeno sono a vantaggio degli editori che pubblicano contenuti di alta qualità.

Più clic e più traffico sono generalmente fattori positivi, ma nessuno dei due è sostenibile se gli utenti vengono indirizzati a contenuti di scarsa qualità.

Questa funzione ha il potenziale per esporre i cattivi editori tanto quanto può premiare quelli buoni.

I contenuti contenenti spam, titoli clickbait e informazioni dannose / errate hanno meno possibilità di diventare virali se agli utenti viene chiesto di pensarci due volte prima di condividerli.

Il tempo ci dirà se questa funzione ha un impatto misurabile sulla quantità di disinformazione diffusa su Twitter.

Vale la pena notare che, al momento in cui questa funzione è stata testata per la prima volta, si applicava solo agli editori di notizie.

Dal momento che Twitter non ha detto nulla di diverso, posso solo presumere che influenzi solo i collegamenti ai punti di notizie.

Condividi:

Facebook
LinkedIn
Telegram
WhatsApp

Qualora avessi bisogno di supporto o di maggiore approfondimento su questo e altri temi legati al digital marketing, contattaci per una consulenza gratuita: ti aiuteremo a raggiungere i tuoi obiettivi.

Richiedi una Consulenza Gratuita

    Potrebbe interessarti anche...

    Formazione
    Scopri le nostre proposte formative su www.digital-university.it

     

    La prima digital school il cui primo obiettivo è quello di diffondere la cultura digitale nel mercato e far crescere le ambizioni delle aziende del territorio.

     

    La nostra cultura digitale al vostro servizio:

     

    • Lezioni Dinamiche e ricche di esempi pratici
    • Confronto continuo
    • Docenti professionali e preparati
    • Spunti pratici attualizzati

    Offriamo formazione per tutti coloro che intendono accrescere la propria competenza digital e affianchiamo le aziende con corsi in aula o attraverso l’e-learning.

    Inserzione Pubblicitaria

    Richiedi Consulenza Gratuita

    Qualora avessi bisogno di supporto o di maggiore approfondimento su questo e altri temi legati al digital marketing, contattaci per una consulenza gratuita: ti aiuteremo a raggiungere i tuoi obiettivi.

    x