Blog

Le migliori pratiche SEO per Bing e perché dovresti impararle

Fonte immagine: Wikimedia Commons

Gli esperti di marketing, PR e SEO generalmente considerano Google come sinonimo di “motore di ricerca”. Quando parlano di ottimizzazione di contenuti o siti Web per i motori di ricerca, di solito intendono ottimizzare per Google. È vero che Google domina le ricerche sul web. Ma il personale di PR, marketing e SEO ignora Bing a proprio rischio.

Bing controlla il 36% del mercato di ricerca desktop degli Stati Uniti e 66 milioni di americani si affidano esclusivamente a Bing, mentre 62 milioni utilizzano sia Google che Bing, a seconda del dispositivo e del tipo di ricerca, afferma Mark Irvine di WordStream, citando i dati di ComScore.

Molte persone non si rendono conto che stanno usando Bing. È il motore di ricerca predefinito per le barre di ricerca nella parte inferiore dei computer Windows, le ricerche di Cortana e Microsoft Edge e Internet Explorer. Bing alimenta anche le ricerche avviate sui programmi di Microsoft Office e su Alexa di Amazon. Microsoft collabora anche con motori di ricerca più piccoli come Yahoo, AOL e DuckDuckGo.

Poiché molte persone cercano prima su Bing prima di cercare su Google, i marchi che fanno pubblicità su Bing ottengono percentuali di clic più elevate per i loro siti Web su Google grazie a un migliore riconoscimento del marchio, afferma Irvine.

Ne consegue che un forte posizionamento organico su Bing può anche produrre risultati migliori su Google.

Bing attira dati demografici diversi da Google, che dovrebbero interessare determinati marchi. Gli utenti di Bing sono leggermente più grandi, più istruiti, più ricchi e hanno maggiori probabilità di sposarsi e avere figli.

Bing è sorprendentemente popolare in alcuni verticali. Vanta il 44% di tutti i clic di ricerca a pagamento relativi ad affari e finanza, ed è altrettanto forte nel settore automobilistico (40%), immobiliare (39%) e viaggi (37%).

I marchi ottengono più conversioni su Bing. Un sito web ben ottimizzato ha un tasso di conversione più elevato su Bing rispetto a Google, in genere circa il 20% contro il 16%, afferma l’esperto di SEO Aleh Barysevich, in un post di MarketingProfs.

Differenze tra Bing e Google SEO

Alcuni esperti di SEO e marketing ignorano Bing credendo che i siti che si classificano bene su Google avranno un buon posizionamento anche su Bing. Ma non è esattamente così. “I loro algoritmi sono notevolmente diversi. Basta confrontare i risultati per lo stesso termine e vedrai rapidamente cosa intendo “, afferma l’esperto di SEO Matthew Woodward.

Bing SEO è più facile. Bing SEO richiede una semplice corrispondenza delle parole chiave, ancoraggi ottimizzati e link building vecchio stile. Bing è anche più trasparente sui suoi fattori di ranking. Offre una gamma di strumenti e diagnostica gratuiti e linee guida semplici.

Per prima cosa, leggi le istruzioni per i webmaster di Bing e il blog per i webmaster di Bing, i consigli di Woodward. Inoltre, acquisisci familiarità con gli Strumenti per i webmaster di Bing, incluso Bing Website Analyzer che mostra se le tue pagine seguono le best practice SEO di Bing. Puoi contattare il team webmaster di Bing se il tuo sito ha problemi per qualsiasi motivo. Se non altro, Microsoft è scrupolosa nel fornire istruzioni sul proprio software e servizi.

SEO sulla pagina

Bing pone maggiore enfasi sui fattori SEO in-page come questi elementi.

Parole chiave. Bing continua ad assegnare un peso significativo alle parole chiave. Includere parole chiave nel titolo (H1), nei sottotitoli (H2) e nel paragrafo di apertura può aumentare le classifiche. Presta attenzione alla densità delle parole chiave, ma fai attenzione che il sovraccarico delle parole chiave potrebbe danneggiare le classifiche di Google, scrive Chuck Price, fondatore di Measurable SEO, in Search Engine Journal.

Bing, come Google, tronca i tag del titolo lunghi. Mantieni i titoli al di sotto dei 70 caratteri o almeno inserisci le parole chiave prima del taglio.

Le descrizioni dei meta nomi non influiscono sulle classifiche, ma includere la parola chiave nella descrizione del meta nome può incoraggiare i clic perché Bing metterà in grassetto la parola chiave affinché l’utente la veda.

A differenza di Google, Bing tiene conto delle meta parole chiave ma ha avvertito che abusarne può danneggiare il tuo posizionamento. Non preoccuparti di loro, consiglia Danny Sullivan di Search Engine Land. Poiché così tante persone inseriscono parole chiave nei tag, Bing le utilizza più come segnale di spam piuttosto che per classificare le pagine.

Fattori di ranking off-page per Bing

Backlink. Gli esperti SEO ritengono che Bing attribuisca maggiore importanza al numero di backlink rispetto a Google. “Apparentemente, aumentare le dimensioni del tuo profilo di collegamento è una tattica estremamente efficace per Bing. Potrebbe non darti la stessa spinta in Google, ma non farà nemmeno male (a condizione che ti ricordi di evitare lo spam a tutti i costi e scegli siti pertinenti su cui creare collegamenti) “, scrive Masha Maksimava di Link-Aassistant.Com.

Testo di ancoraggio in-bound. Bing pone maggiormente l’accento sull’utilizzo del testo di ancoraggio rispetto a Google, afferma Woodward. Se vuoi classificarti per “Blue Widgets” hai bisogno di link che utilizzino “Blue Widgets” come ancoraggio. “Non sono bravi come Google nella corrispondenza delle parole chiave”, scrive. “Anche se Google riesce a riconoscere i sinonimi e il contesto intorno a una parola chiave, Bing ha bisogno di un cucchiaio”.

Segnali sociali. Sebbene i guru della SEO non siano sicuri che Google includa i segnali sociali nei suoi fattori di ranking, sono certi che Bing lo faccia. Bing afferma chiaramente che i segnali sociali possono migliorare le classifiche organiche. “Se sei socialmente influente, questo porta i tuoi follower a condividere ampiamente le tue informazioni, il che a sua volta fa sì che Bing veda questi segnali positivi”, affermano le sue linee guida.

Contenuto fresco. Bing tende a classificare le pagine con contenuti aggiornati. Il mezzo per aggiornare i vecchi articoli e contenuti con le ultime notizie, tendenze e studi è una pratica salutare, afferma Sheryl Jones, specialista di marketing senior presso Uplers. I controlli periodici dell’igiene che aggiornano i contenuti manterranno il tuo sito pertinente e avranno maggiori probabilità di funzionare bene nelle classifiche di ricerca di Bing.

Linea di fondo: Gli esperti SEO consigliano di non ignorare Bing di Microsoft, che alimenta una quota significativa di ricerche web. La buona notizia è che Bing SEO è più semplice di Google e i suoi requisiti SEO sono più trasparenti. Inoltre, il traffico proveniente da Bing può portare a ottimi risultati.


Condividi:

Facebook
LinkedIn
Telegram
WhatsApp

Qualora avessi bisogno di supporto o di maggiore approfondimento su questo e altri temi legati al digital marketing, contattaci per una consulenza gratuita: ti aiuteremo a raggiungere i tuoi obiettivi.

Richiedi una Consulenza Gratuita

    Potrebbe interessarti anche...

    Come fare SEO su Amazon (e ottimizzare le schede prodotto)

    Oltre il 66% degli acquirenti ormai cerca direttamente nuovi prodotti su Amazon senza passare da Google. Ciò significa: se i tuoi prodotti non si posizionano bene, perdi davvero parecchio potenziale di vendita. Il posizionamento di un prodotto è determinato da un algoritmo chiamato “A9”. Ecco cosa sapere.   Fare SEO

    Leggi tutto »
    Formazione
    Scopri le nostre proposte formative su www.digital-university.it

     

    La prima digital school il cui primo obiettivo è quello di diffondere la cultura digitale nel mercato e far crescere le ambizioni delle aziende del territorio.

     

    La nostra cultura digitale al vostro servizio:

     

    • Lezioni Dinamiche e ricche di esempi pratici
    • Confronto continuo
    • Docenti professionali e preparati
    • Spunti pratici attualizzati

    Offriamo formazione per tutti coloro che intendono accrescere la propria competenza digital e affianchiamo le aziende con corsi in aula o attraverso l’e-learning.

    Inserzione Pubblicitaria

    Richiedi Consulenza Gratuita

    Qualora avessi bisogno di supporto o di maggiore approfondimento su questo e altri temi legati al digital marketing, contattaci per una consulenza gratuita: ti aiuteremo a raggiungere i tuoi obiettivi.

    x
    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com